Telefono: +39 392 33 73 731

La mia esperienza con gli Hosting

Ultimo aggiornamento: marzo 2017

Le seguenti informazioni sono da considerare tutte mie opinioni personali, basate sull'esperienza diretta che ho avuto da cliente presso i vari Hosting Providers. I piani sono tutti shared hosting base, per siti con modeste caratteristiche.
Non sono in alcun modo da ritenere giudizi definitivi o da prendere alla lettera, altri clienti potrebbero essere più o meno soddisfatti dai loro servizi acquistati.

Ecco la mia classifica dal migliore:

  1. Welio
  2. Server (?)
  3. Netsons (?)
  4. Fastnom
  5. Aruba

Ed ora prendo in esame gli Hosting in ordine cronologico, tutto è iniziato con...

 

Aruba

Sito web: www.aruba.it
Piano preso in esame: Hosting Linux
Costo annuale:
20,66 € + IVA (questo mese in promozione a 11.66 €)
Area clienti: Custom
Assistenza: ticket e in seconda istanza telefono
Spazio web: illimitato
Traffico: illimitato
Sottodomini: no, ogni sottodominio si paga come nuovo piano
Caselle email: 5 da 1 GB caduna
Database: nessuno, MySql opzionale 5 db preconfigurati, aggiungendo 7 € + IVA annuali
Backup: opzionale a 2 € + IVA annuali, caldamente consigliato, è giornaliero e settimanale, lo si trova direttamente nel proprio FTP


Aruba è una Web Farm celebre e storica, iniziai ad essere loro cliente circa 15 anni fa, oggi non lo sono più, però capita di contattarli perché ho collaboratori e clienti che usano Aruba.
Spesso vedo nei forum chi diffama i loro servizi, ritenendoli scarsi o non funzionanti, e perché l'assistenza è lenta. In qualche caso è vero, però in genere sono stato sempre abbastanza soddisfatto. Negli anni ho provato alternative sempre deludenti (non le nomino nemmeno), quindi a confronto tornavo a preferire Aruba, almeno era funzionante, con buon rapporto prezzo/prestazioni.

Aruba ha perso il primato low cost da molti anni, oggi ci sono servizi migliori e a minor prezzo. Considerando che di base si deve aggiungere anche Mysql e Backup, il costo reale si aggira sui 35-40 € annuali. Secondo me resta in auge per la propria fama e perché fa un po' da salvagente per tutti. Da un po' di tempo hanno moltiplicato X4 le offerte di hosting Linux, così il piano Easy è diventato il vero parametro medio, invece del Basic che ho sperimentato io.

I motivi principali per cui ho lasciato Aruba sono i seguenti:

  • Limitazioni nel controllo dei propri siti web. Non esiste cPanel, quindi hai un solo account cliente, con rispettivo account FTP preconfigurato, MySql è una opzione fuori dal piano hosting, e ti fornisce 5 db preconfigurati con relativo utente. Non puoi fare sottodomini, sono opzionali, e li paghi come fossero altri piani hosting annuali. Le caselle di posta sono solo POP3, quindi se vuoi IMAP è ancora opzionale. Insomma, i competitor sono un pochino più generosi (ma c'è anche chi è più tirchio, come Register). Molte di queste limitazioni le hanno rimosse con il piano Easy.
  • Caotica area clienti. Lo è sempre stata, l'hanno migliorata centralizzando tutto, ma non abbiamo ancora un pannello agevole.

La cosa più fastidiosa di tutte è l'ostinazione nel tenere i database MySql separati dai piani hosting, questa non è una banalità, perché alcuni clienti distratti rinnovano il piano hosting ma non il piano MySql, che essendo a parte si fa attraverso un altro pannello, e altra fatturazione. I clienti semplicemente non se ne accorgono.
Nota positiva è il servizio Backup automatico, non è fornito così facilmente dagli altri competitors. Novità è anche il certificato SSL gratuito, anche nel piano Basic.

Sintesi su Aruba: è un vecchio elefante con certe strane convinzioni, qualche volta ha problemi però cammina sempre, sai che per la stessa cifra puoi avere una bestia migliore, basta cercare.

Consigliato: no.

Netsons

Sito web: www.netsons.com
Piano preso in esame: Hosting Condiviso o Hosting Semidedicato, ora hanno cambiato i piani con Base e Professionale Start.
Costo annuale: 15,00 € + IVA o 60,00 + IVA, nei nuovi piani sono diventati 22 € e 36.60 €
Area clienti: l'area clienti è custom e la gestione è con cPanel
Assistenza: ticket e telefono
Spazio web: illimitato
Traffico: illimitato
Sottodomini: illimitati
Caselle email: 10 o illimitate
Database: nessuno, oppure 10 db
Backup: si ma a discrezione loro, cioè ottenere un backup non è automatico


Ho iniziato a trasferire i miei siti presso Netsons 7-8 anni fa. L'azienda all'inizio ebbe successo per i servizi gratis dati come sottodomini "nome.netsons.org". Hanno ancora il piano gratis (si chiama WebApp e danno SSL gratis incluso), ma secondo me questo aspetto è svanito, serve solo da test per i nuovi clienti, questi dovrebbero acquistare un hosting professionale con un dominio proprio.

Ho indicato due piani perché erano abbastanza simili e li ho usati entrambi, oggi hanno un nome diverso e qualche caratteristica è cambiata, il piano base è peggiorato e costa di più (non include nemmeno il database), credo vogliano spingere tutti verso il piano Professionale, questo ha una versione Start che a mio parere è quella più venduta (come il piano Easy in Aruba). Rimuovo quindi i miei commenti sui piani perché non sono più validi.
Arrivando da Aruba le differenze erano notevoli, oggi non ne sono più molto convinto, mi sembrano abbastanza allineati. In Netsons però si ha cPanel, e qualche libertà in più per gestire i siti, questo è un punto a favore.

Perché ho lasciato Netsons? Perché il servizio ha iniziato ad avere problemi tecnici:

  • Strani rallentamenti nei siti, pagine che si aprivano dopo vari secondi. Era un fenomeno casuale quindi si trattava di overload in certi orari. Gentilmente hanno migrato i siti su altri server, più di una volta. Ma il problema non si risolveva, ho sopportato per mesi in attesa di miglioramento.
  • Disconnessione del database, e quindi improvviso sito offline. E' successo con siti diversi e ripetutamente. Quando accadeva dovevo fare il giro di controllo per assicurarmi che tutto fosse in ordine. Si risolve solo tramite il reset dell'utente MySql e cPanel, lo fanno loro chiedendo via ticket, oppure ti arrangi seguendo scrupolose istruzioni che hanno messo in F.A.Q.
  • Il mio dominio finiva flaggato come spammer in SpamHaus, quindi non potevo inviare o ricevere email. Questo accade negli shared hosting, ma non con la frequenza che subivo io, era colpa di altri siti nello stesso server, forse hackerati. Ritengo che l'hosting debba dotarsi di strumenti di sicurezza per evitare questo tipo di problema.


Sintesi su Netsons: erano affidabili ed economici ma poi hanno avuto un brutto momento, oggi sono ben avviati, hanno cambiato i piani, e credo siano migliorati. Ma è troppo tardi, ormai ho installato tutto altrove.

Consigliato: vorrei dire di si, ma non sono sicuro. Ho sviluppato un sito ospitato in Netsons proprio due settimane fa, mi è sembrato funzionare bene.

Fastnom

Sito web: www.fastnom.it
Piano preso in esame: Hosting Low-Cost tipo Start
Costo annuale: 6.95 € + IVA per l'hosting a cui si aggiungono altri 6-9 € per il dominio.
Area clienti: l'area clienti è custom e la gestione è con DirectAdmin
Assistenza: solo ticket
Spazio web: 1GB
Traffico: 10GB
Sottodomini: 1
Caselle email: 5
Database: 1
Backup: no, manuale


Ho conosciuto Fastnom grazie ad un collega che ha un account da rivenditore, quindi con spazio multidominio, frazionabile. Ho voluto provare un hosting paragonabile al piano più economico di Netsons.
Fastnom ha un aspetto abbastanza antiquato, credo siano del tipo "mai cambiare la cosa che funziona", con tutti i pro e contro di tale filosofia. I piani non sono cambiati, quindi non no nulla da aggiornare.
In Fastnom dividono il servizio hosting dal dominio, quindi sono due costi a parte che devi sommare, i domini hanno prezzi diversi, e variano anche se si tratta di registrazione, trasferimento o rinnovo. Il totale arriva a 16-18 euro annuali.

Il pannello DirectAdmin all'inizio mi aveva spiazzato: è un po' spartano, e puoi agire come gestore del sito, oppure, nel caso di rivenditore, come "gestore dei gestori di siti", e ovviamente con poteri diversi. Quindi passi da una versione all'altra, ma inizialmente non è una cosa chiarissima. DirectAdmin sostanzialmente fa quel che serve per creare caselle di posta, utenti FTP, database, tuttavia preferisco cPanel.

Nella maggior parte dei casi ho gestito i siti del collega, ho registrato un solo sito con il piano Hosting Low-Cost. I ticket inviati sono stati tutti risolti velocemente e bene. Il servizio non ha subito problemi di rilievo, quindi mi sembra una valida soluzione, ma personalmente ho preferito altro.

Sintesi su Fastnom: usano modi che almeno nel mio caso risultano inusuali, forse ormai sono troppo abituato a cPanel. Però il servizio sembra funzionare, è stabile, e sono economici, anche se un pochino troppo stretti nei piani, se hai un sito che necessita di qualcosa in più devi passare al piano superiore.

Consigliato: si, per chi si trova bene con i loro piani e DirectAdmin.

Server

Sito web: www.server.it ora diventato www.server365.it
Piano preso in esame: Start Cloud
Costo annuale: 12,00 € + IVA, ora è 18 €
Area clienti: l'area clienti è custom, la gestione è con cPanel
Assistenza: solo ticket, ora anche al telefono
Spazio web: 2GB
Traffico: 20GB ora 10GB
Sottodomini: illimitati
Caselle email: illimitate, anche di spazio
Database: illimitati
Backup: no, opzionale


2 anni fa ho provato Server.it per circa un anno, un nome a dominio davvero interessante. Sono stato molto contento delle performance: mi sono accorto della velocità immediatamente perché il mio sito girava lento in Netsons, mentre in Server le pagine si aprivano all'istante. A questa bella impressione sulle performance si aggiungeva il prezzo molto basso: circa 14 euro ivati per un anno, e un piano generoso. Pensavo fosse impossibile un servizio così a tale prezzo.

Però io me ne sono andato improvvisamente, prima che Server diventasse Server365, a causa di un problema serio accaduto quando hanno aggiunto un sistema di caching che ha compromesso il funzionamento dei miei siti, per loro era una miglioria per i siti Wordpress, ma per me era un bug, i miei siti Contao e Prestashop non aggiornavano i campi, e avevo problemi con ajax e i salvataggi. Questo problema era insopportabile e ho dovuto scegliere in fretta una soluzione: ho provato Welio e ho spostato tutto. Forse il problema di caching ora è risolto, hanno cambiato sede, sito, e anche i piani, non so nemmeno se Server365 sono sempre loro oppure altri.

Sintesi su Server: si è dimostrato al top nel periodo che l'ho usato. Vale la pena provarlo se le prestazioni sono le medesime e i problemi sono risolti.

Consigliato: si, ma da provare

 

Welio

Sito web: www.welio.it
Piano preso in esame: Hoste dello Spazio
Costo annuale: da 3.33 € + IVA, + il costo del dominio da € 10-15 circa
Area clienti: l'area clienti è centralizzata bene, la gestione è con cPanel
Assistenza: solo ticket
Spazio web: varia, a partire da 1GB
Traffico: illimitato
Sottodomini: illimitati
Caselle email: illimitate, anche di spazio
Database: illimitati
Backup: si

Da un anno uso Welio, sono molto soddisfatto perché il servizio è buono, l'assistenza è rapida, completa, e conosco tutti. Diciamo che con Welio bisogna essere una persona con una certa impostazione "tecnica", perché innanzi tutto si compra solo multidominio, però a un prezzo molto vantaggioso (circa 20-25 euro con la leva al minimo e un solo dominio), e con questo ti danno molta libertà: poi ti puoi configurare quanto spazio ti serve (ovviamente aumentando il costo del piano), compri e aggiungi i domini, ti imposti i DNS, gli account ftp, i database ecc... Se devi chidere qualcosa hai solo ticket assistenza, non rispondono al telefono.
Io con queste condizioni mi trovo molto bene, perché si adattano bene alle esigenze di un freelancer che ha un certo numero di siti da tenere sotto controllo, in un unico spazio, configurando tutto come serve.
So che configurare e "arrangiarsi" non è per tutti, chi cerca un approccio più soft e non sa spiegarsi con i ticket, allora dovrebbe scegliere una soluzione diversa.

Sintesi su Welio: è il mio hosting preferito, funziona bene e posso controllare tutti i miei siti con facilità, quando scrivo ho sempre risposta in poche ore, anche nei festivi, e non sono risposte inconcludenti come quelle che spesso trovo in altri hosting.

Consigliato: si, per un pubblico di freelancer

 

Lunedì 13 Marzo 2017
(8 commenti)

Commento di luca

Mercoledì 15 Aprile 2015

grazie a questo post ho preso in considerazione server.it come alternativa a keliwebe e netsons, gli altri due candidati dopo una lunga selezione di vari servizi hosting.
attiverò senz'altro un sito con server, se non altro per la possibilità di non dover pagare ogni anno successivo al primo anche il dominio. ottimo anche il servizio di info via chat, quindi mi aspetto che anche l'assistenza sarà allo stesso livello.
grazie

Risposta di Marco

Server.it per ora mi va ancora bene, un mese fa ho avuto problemi con la posta ma si è risolto.
Poi sono venuto a conoscenza anche dei limiti riguardo la posta elettronica, da loro non è possibile fare newsletter, perché ci sono dei controlli anti spam che limitano gli invii giornalieri (mi sembra 300 o 500), e bloccano gli account in caso di molti bouncing. Quindi attenzione se l'esigenza prevede newsletter, in questo hosting hanno regole restrittive e potrebbe non essere la soluzione giusta.

Qualche giorno fa ho scoperto un altro hosting, o meglio, loro hanno contattato me, offrendomi di provare un hosting multidominio gratis, per 1 anno. Per ora però sono troppo indaffarato per provare.

http://www.welio.it/

Il sito è un po' alla buona ma vedo prezzi bassi (multidominio 20GB e 10 siti, in promo a 20 euro per un anno, e poi diventa 50, quindi sempre conveniente), con traffico ed email "senza limiti", almeno sulla proposta che fanno.
Il datacenter dell'hosting è a Monaco e a Norimberga. Se risolve il discorso newsletter, potrebbe essere interessante.

Commento di Riccardo

Giovedì 16 Aprile 2015

Mai sentito parlare di Xlogic? Ho visto il loro servizio di hosting consigliato in un altro blog, al confronto mi sembra che l'offerta sia buona (in termini di spazio più ampia di Server).

Risposta di Marco

Non li conosco, ho cercato adesso. Come piani sembrano ok, però oltre ai dati in numeri bisognerebbe valutarli anche per le prestazioni, e l'assistenza. Per queste cose bisogna solo provare sulla pelle.
Purtroppo cercando Xlogic ho trovato come secondo risultato di Google il blog di un cliente insoddisfatto: Turbolab.it

Leggendo l'incidente mi sono fatto una cattiva idea sul loro conto. La richiesta di Turbolab era chiara, e le risposte ai ticket che hanno dato sono pessime (alcune ingenue o incompetenti, come "pulire la cache"). Se non offirivano gestione DNS senza hosting, dovevano dirlo subito. Ma sospetto che il loro commericale abbia deciso di acquisire il cliente promettendo cose che non davano.

Purtroppo hanno perseverato con il comportamento sbagliato: hanno intimato a Turbolab di cancellare il post che denunciava il loro pasticcio, minacciando con azioni legali. Poi hanno deciso di dare una risposta ma, evidentemente insoddisfatti, poi l'hanno ritirata chiedendo che venissero cancellati tutti i loro post dai commenti in Turbolab.
Che dire: una azienda non dovrebbe fare così, anche se ha un guaio dovrebbe rilasciare una risposta dignitosa. Invece quel che hanno combinato è tutto feedback negativo, specialmente perché hanno Turbolab in prima pagina di Google cercando proprio "Xlogic". Io fossi in loro agirei per rimediare.

Un altro hosting conveniente che usa un mio amico è web4web.it, però io non li ho provati, ho solo chiesto per il discorso delle newsletter, ed hanno risposto immediatamente e senza tanti giri di parole: non si possono fare invii di newsletter nei loro hosting. Probabilmente per fare altro vanno bene: vedo piani molto interessanti in caso di multisito. Meno interessanti i pachetti piccoli che sostanzialmente sono equiparabili ad altri... tipo quelli di server.it.



Commento di Mirko

Lunedì 27 Aprile 2015

Sono cliente della xlogic da oltre due anni e sono amico del proprietario, so di certo che turbolab non è stato in grado di spiegarsi perchè incapace, ha richiesto l'attivazione di un DKIM mentre voleva puntare un IP al dominio, poi ha voluto sputtanare l'azienda con un post vergognoso.

Risposta di Marco

Io non ho amicizie e resto neutrale. Sicuramente non c'è stata una buona comunicazione, però se quanto riportato da Turbolab è vero, le mancanze sono maggiori da parte di Xlogic.

Inizialmente il cliente chiede il supporto DKIM, gli viene data risposta affermativa aggiungendo che potevano gestire via ticket i DNS e DKIM. Quindi è logico che il cliente abbia voluto trasferire il dominio.
Poi l'acquisto di solo dominio appare insufficiente, quindi viene chiesto l'acquisto di piano hosting, iniziano le prime perplessità. Poi mancava il codice fiscale e l'Auth Code per sbloccare e trasferire il dominio, mancanze del cliente, però questi dati dovrebbero essere previsti in fase di ordine/trasferimento, e non ho chiaro perché risultassero assenti.
Poi il cliente fornisce i suoi record DNS, tuttavia ci sono disfuzioni e si vede la pagina di cortesia del servizio hosting. Infine resto abbastanza basito quando Xlogic suggerisce al cliente di trasferire i file e database.
Questa risposta ha senso solo con la procedura standard, cioè gestione dominio e hosting. Quindi dobbiamo ammettere che Xlogic ha ignorato la richiesta specifica del cliente fin dall'inizio, o cmq non ha seguito in modo accurato la faccenda.

Se quanto riportato fosse falso, allora Xlogic dovrebbe procedere legalmente contro Turbolab per diffamazione.

Commento di Mirko

Lunedì 27 Aprile 2015

Resti neutrale, io sono amico del proprietario e sono fiero di questo, perchè conosco bene la persona, mentre il proprietario del forum turbolab non ha esitato a sputtanare un'azienda per nulla, mi piacerebbe sapere quale danno ha ricevuto turbolab? poi se legge bene questo signore ha richiesto se supportavano il record dkim, mentre voleva semplicemente puntare un dominio ad un ip, una cosa elementare che turbolab non ha spiegato a xlogic. Questa persona è veramente incapace e cattiva ed ha scagliato un forum contro un'azienda per nulla. Ho molti piani hosting e domini con xlogic e non ho mai avuto nessun problema, ogni volta che devo acquistare un servizio da loro vedo l'articolo di turbolab nella ricerca di google mi viene il nervoso perchè penso che il comportamento di questo personaggio sia stato da adolescente infido in cerca di vendetta e penso anche che un giorno potrei incontrare anche io un personaggio del genere, che squallore.

Risposta di Marco

Potrebbe essere un caso di assistenza sbrigativa, di cliente accanito, di teatro degli equivoci, o tutte le cose assieme.
Le mie osservazioni si limitano a quel particolare episodio, non dubito che con altri clienti le cose vadano meglio.

Il fatto è certamente infelice, ma nemmeno mi appare così strano: succede spesso che gli hosting rispondano ai ticket con panacee standard, puntualmente inadeguate, ne ho una lunga esperienza. Normalmente basta insistere, e collaborare per risolvere il problema. Arrabbiarsi non serve a niente e indispone chi ti sta aiutando dall'altra parte.
Invece quando l'assistenza persevera con il muro di gomma, qualcosa non quadra.

Commento di marco

Lunedì 05 Giugno 2017

Salve,
io mi sono trovato molto bene con Siteground. Costi non molto bassi, ma estremamente rapido, stabile ed assistenza sempre puntuale. Ora sono con aruba e mi sembra di essere tornato indietro

Commento di Davide

Venerdì 09 Giugno 2017

Ho provato sia Netsons, sia Aruba, oltre altri provider e devo dire che a mio avviso il migliore che ho trovato è hostingperte.it
Connettività italiana al 100% e non ho mai limiti di traffico sui miei siti ed è molto molto stabile. In più, cosa per me fondamentale, hanno un supporto tecnico molto efficiente e molto attento alle mie esigenze.

Commento di Francesca

Lunedì 19 Giugno 2017

Volevo fortemente sconsigliare REGISTER.IT. Servizio davvero pessimo. Ho avuto con loro diversi problemi, ftp che non funzionano, server sempre giù, per non parlare dell'assistenza inesistente. Inoltre, non appena gli segnali le problematiche smettono di rispondere. Buona, invece, l'esperienza con Aruba. Server non velocissimi ma ho servizi attivi da anni senza un problema. Ora sto testando Netson che pare discreto, ed ho avuto ottima esperienza con Siteground anche se un po' caro è il top!

Commento di Carlotta

Martedì 18 Luglio 2017

Concordo con francesca, anche noi avevamo alcuni siti su register che stiamo spostando su xlogic che è eccellente per l'assistenza, i siti sono veloci, ottimo.

Aggiungi un commento

Nome
E-mail (non verrà pubblicata)
Sito Web
Commento
Questo sito web utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, o interagendo con questo sito web, acconsenti all’uso dei cookie. Dettagli